Unita, Rossella Battisti

Una scenografia da mille e uno Ubu, quella per Le notti bianche di Dostoevkskij che la regia di Henning Brockhaus ha ritagliato sulle misura di Lucia Bendia e Francesco Bonomo. Anzi, diciamo proprio irripetibile. Anche perché ci vorrebbero altri 190 milioni di anni per «costruirne» un’altra uguale…

Prosegui la lettura al seguente link

Sorry, comments for this entry are closed at this time.