La Repubblica, M. Zurletti

“Le lettere sono belle, la musica bellissima. L’esecuzione anche. Ma c’è poi lo spettacolo, raffinato e intelligente.
Sulla vocazione religiosa della monaca è lecito avere dubbi, su quella erotica no. E  Brockhaus fa immedesimare gradatamente il destinario delle lettere, l’ottimo attore Paolo Serra, con l’autrice: prima gli orecchini, poi le perle, poi l’abito mondano con la parrucca fino a materializzare  attraverso il travestimento la colpevole monacata….splendido spettacolo.”

LA REPUBBLICA, Michelangelo Zurletti, 12 settembre 2005

Sorry, comments for this entry are closed at this time.